LETTORI RFID

Tali dispostivi RFID (radio frequency identification) possono essere in formato modulo per molteplici applicazioni quali logistica, gestione magazzino o sistemi di pagamento e tracciabilità e sistemi self-service per la erogazione di servizi, oltre a teste di lettura per applicazioni di controllo accessi per le varie frequenze richieste e quindi  125 khz, 13,56 mhz tipo mifare ed anche UHF (Ultra High Frequency)

I dispositivi hanno diverse tipi di interfaccia tra cui RS232, TTL e Wiegand ma è possibile richiedere personalizzazioni: anche le cosidette teste di lettura utilizzate per il controllo degli access possono essere sia per ambienti interni che esterni e possono resistere anche a temperature estreme e condizioni climatiche particolari. I lettori da tavolo vengono invece utilizzati per applicazioni di identificazione utente e leggono qualunque supporto plastico o etichetta che ha all’interno un chip RFID.